Fragili armonie

MI CHIAMO ANTONIA, HO 30 ANNI E SONO DI POSITANO..

NELLA MIA VITA, TRA I VARI CAMBIAMENTI CHE SI SONO SUSSEGUITI, QUELLO CHE HA INFLUENZATO MAGGIORMENTE IL MIO FUTURO IN SENSO POSITIVO E’ STATO QUANDO HO CAMBIATO IL MIO LAVORO. AVEVO GIA’ PASSATO CIRCA 10 ANNI TRA LAVORETTI VARI E QUINDI, DALL’ETA’ DI 16 ANNI, SI PUO’ DIRE CHE NON AVEVO ANCORA CHIARO IL CONCETTO DI LAVORO. UNA VOLTA USCITA DAL TUNNEL DELL’INCERTEZZA, MI SONO TROVATA DAVANTI UN ALTRO MODO DI PENSARE, DI AGIRE, VIVERE COMPLETAMENTE DIVERSO E ALL’OPPOSTO A PRIMA. ANCHE SE IN UN PRIMO MOMENTO MI SEMBRAVA TUTTO STRANO E, QUASI CONFUSA NELL’ AFFRONTARE LA NUOVA SITUAZIONE. MA DOPO POCO TEMPO MI SONO RESA CONTO CHE DECORARE MI RENDEVA PIU’ ATTIVA, PIU’ CONTENTA E QUINDI PIU’ VICINA ALL’AFFERMAZIONE DELLA VITA STESSA.. HO INIZIATO COL FREQUENTARE LA SCUOLA D’ARTE DI SORRENTO,HO LAVORATO PER CIRCA 7ANNI PRESSO UN LABORATORIO DI CERAMICA DI POSITANO E FREQUENTATO CORSI TRA CUI QUELLO A FAENZA COL PROFESSOR GIOVANNI CIMATTI. ATTRAVERSO LA CERAMICA POSSO ESPRIMERE LE MIE EMOZIONI, I MIEI STATI D’ANIMO , MA SOPRATTUTTO LA MIA CREATIVITA’. ATTRAVERSO DI ESSA CERCO DI TRASMETTERE GIOIA ED ENTUSIASMO ANCHE IN COLORO CHE LA GUARDANO. MI PIACE PERSONALIZZARE OGNI OGGETTO CHE MI VIENE COMMISSIONATO E RENDERLO NEL MIO PICCOLO PIU’ ORIGINALE RISPETTO AD ALTRI. LA MONOTONIA MI STANCA E DECORARE LE STESSE COSE MI INTRISTISCE. LA FANTASIA POI MI ACCOMPAGNA SEMPRE E FA DI ME UNO SPUNTO SEMPRE PIU’ NUOVO E PERSONALE. LA CERAMICA E’ PER ME UN’ARTE CHE SE NON LA SI AMA, NON HA NE PREGIO NE VALORE, PERCIO’ BISOGNA ‘’ACCAREZZARLA’’ CON IL CUORE.

Apuzzo Antonia

Clicca su per visualizzare meglio le informazioni